Ethband

Una svolta inaspettata...

Ottobre-novembre 442

Il viaggio alla volta del deserto ha inizio, e in capo a tre giorni il gruppo arriva a delle rovine di un’antica città, dove il nobile si rivela essere il capo di un gruppo di banditi pronti a depredare le ignare vittime dell’inganno.

Tuttavia i piani di tutti, briganti pronti all’azione e Eroi carichi per la difesa, vengono fatti saltare: [METAGAME DICHIARATO] Tigrock fa 4 volte di fila 1, il cielo si copre di nubi che, squarciate da un fulmine, lasciano scendere sulla terra un enorme drago nero, che si dichiara emissario della Morte stessa. Protetti da Exar in forma di bambina, tutti si salvano. Tutti tranne ovviamente Tigrock e Borm, che nessuno sapeva avesse ucciso un viandante. Il loro destino? Sterminare dei sacerdoti a sud e consegnare una missiva al Governatore della Regione, per poi andare incontro alla morte, il loro giusto (?) destino.

Il gruppo si divide. Borm e Tigrock scendono a sud e fanno tappa al Santuario delle Sabbie (5 giorni), dove uccidono tutti i sacerdoti, poi al piccolo villaggio di Gasho (22 giorni) dove fanno rifornimento, e arrivano dopo altri 10 giorni a Kyros, la capitale: dopo due giorni di attesa riescono a farsi ricevere dal Governatore, che apre la lettera… Un lampo, e i due sono morti, mentre gli altri non hanno subito apparentemente alcun danno o effetto, ma non ricorderanno l’accaduto né i due viandanti…

Invece gli altri ritornano in 12 giorni a Vureas, dove si dividono a loro volta: Asentaf, Sarah e Melva vanno verso Brulmis, dove giungono in 3 settimane, per poi procedere altri 7 giorni verso nord (inizio dicembre); Pdor, Bruinen, Mur, Kurai, Okoma e Kristal, invece, in due settimane sono ad Arish, dove si fermano una decina di giorni a lavorare, e poi si rimettono in marcia verso Aras, dove arrivano dopo tre settimane (metà dicembre)

Comments

f_moro96

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.